L'annuale festa della Madonna ci invita a meditare sulla bellezza, la santità della Mamma celeste, come modello di vita per tutti i cristiani.

Gli sconvolgimenti tellurici del Giappone, la situazione politica e sociale dei vari paesi mussulmani del Mediterraneo, l'incertezza economica che ne deriva, hanno un riflesso negaivo sulla nostra vita quotidiana e nei rapporti internazionali. Forse è opportuno fermarci un pò a riflettere sul valore della nostra esistenza.

Si è fatto del progresso all'infinito un idolo. pensando che questo fosse l asoluzione di ogni problema. In realtà questa vorticosa corsa a un benessere senza fine porta l'ansia nela vita, un rapporto dissociante fra le comunità e gli stati, un desiderio sfrenato al consumismo.

In questo contesto l'umile serva del Signore, Maria, ci suggerisce quali sono i valori che danno la vera felicità: la preghiera, l'umiltà, il servizio, l'accoglienza, l'amore alle cose semplici che rendono la vita bella e feconda di opere buone.

Il volto triste e rassicurante di Maria conforti il nostro cuore, dia sollievo ai malati, protegga i fanciulli, indichi la strada retta ai giovani, benedica la nostra parrocchia, la nostra città ed il mondo intero.

Padre Vincenzo di Marcoberardino

Parroco

Questo sito utilizza i cookie

settedolori.pe.it utilizza file di testo chiamati “cookies” per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito.